la mia gravidanza…la borsa parto!

Buon giorno a tutti 😉 oggi vi parlo della tanto temuta borsa parto e della mia esperienza personale….

all’inizio della gravidanza sembrava essere un traguardo molto lontano che quasi neanche ci pensavo più di tanto, sapevo solo l’esistenza. Diciamo che ho vissuto sin ora pensando un po’ a step, ossia mese per mese ho pensato a tutto quello che dovevo fare cercando di superare ogni fase con la massima tranquillità, anche se a volte non sempre si è poi così tranquille, molti timori e paure passano in questi nove mesi per la testa ma bisogna comunque cercare di pensare serenamente per il bene personale e della creaturina che si porta in grembo.

Allo scadere del settimo mese di gravidanza ho iniziato a pensare anche alla borsa parto credendo in fin dei conti che farla fosse tra le cose più semplici e veloci possibili…..mi sbagliavo profondamente ed oggi posso ben dire che ho proprio sottovalutato la portata.

Ho domandato prima alla mia ginecologa presso la struttura ospedaliera dove partorirò, la quale mi ha fornito un foglio con elencate tutte le cose da portare, tuttavia ho ritenuto tale elenco molto sommario e poco chiaro ed ho chiesto ulteriori delucidazioni all’ostetrica del corso pre-parto, non per pignoleria assolutamente, piuttosto per essere certa di aver inserito tutte le cose necessarie.

Nel mentre avevo già preparato e chiuso la borsa parto con le cose elencate ritenute comprensibili….

Partorendo a metà dicembre in pieno freddo mi sono premunita di spezzati in ciniglia con i body a maniche corte per non far soffocare il piccoletto ed ho fatto quattro bustine corrispondenti ai quattro cambi richiesti.

 La cosa che mi è risultata difficile capire inizialmente è che l’ospedale richiede soltanto la parte superiore del completo spezzato in quanto per praticità i pantaloncini non vengono fatti indossare al neonato.

Quindi ho riaperto la borsa e suddiviso le bustine eliminando la parte dei pantaloncini ed inserendo anche i calzini e per, il primo giorno, il cappellino con la maglia della fortuna.

Pensavo di essermela cavata così….manco per niente!

Altro problema è sorto per le mutandine a rete per la mamma.

Avevo comprato una marca ma l’ostetrica mi ha riferito che non andava bene per le misure troppo piccole quindi ho ricomprato la marca consigliata.

Ed ho provato a chiudere nuovamente la borsa. Tuttavia dopo due settimane sempre la stessa ostetrica mi comunica che sono due i pacchi di mutandine elastiche da comprare.

Così comprato anche il secondo pacco ho chiuso la borsa pensando fosse la volta decisiva.

No non era la volta decisiva cene sono volute altre quattro perché dovevo o cambiare quello che avevo messo o inserirlo ex novo come per esempio gli assorbenti post parto per la mamma, ne avevo inseriti cinque tuttavia hanno richiesto l’intera busta o il reggiseno allattamento che non era proprio inserito nell’originaria lista…insomma per me è stato un po’ stressante chiudere aprire poi chiudere poi aprire e poi di nuovo, di nuovo e di nuovo……

Ora finalmente è chiusa….nn vorrei dirlo troppo in anticipo J

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...