Svezzamento non ti temo ! 

Affrontare questa fase delicata della crescita del bambino con positività e naturalezza penso sia fondamentale x la buona riuscita…in fondo é  uno stadio naturale e il bimbo ha x necessità bisogno di un alimentazione più complessa del solo latte che non basta più come unico alimento . la naturalezza é  confermata dallo stesso Diego che sembra cercare anche il cibo che mangiamo in tavola …ama la carota che gli offriamo ed anche il pane secco e comincia, anche senza denti, a masticare. Oggi , uscendo dagli schemi prefissati dal pediatra, ho preparato un estratto di mela e pera e l ho messo nel biberon ….per la prima volta Diego ha bevuto tutto da solo senza bisogno del mio aiuto…l ha gradito molto e domani replico nuovamente….avevo comprato l estrattore quando rimasi incinta x assumere più frutta ed ora mi è  tornato utilissimo. Ho voluto provare ed è  andata bene e sono contenta é  una dimostrazione che bisogna sperimentare ed uscire dai rigidi schemi prefissati dal pediatra….e sono maggiormente contenta perché  in commercio le ditte specializzate vendono nettari e succhi che per quanto sani non lo sono mai quanto un preparato fresco e senza conservanti fatto in casa… mi sta tornando utile leggere qualche libro sullo svezzamento che mi sta aprendo la mente soprattutto per affrontarlo in maniera positiva e senza ansia? Vi posto l immagine di alcuni libri ….e voi come avete affrontato lo svezzamento ? O meglio con che stato d animo ? Baciii

Annunci

9 thoughts on “Svezzamento non ti temo ! 

  1. Io ho provato con un ingrediente alla volta (carota, mela, zucchina…): si capisce subito che cosa piace al bambino e che cosa no. Non l’ho mai forzato a mangiare qualcosa, quando e’ cresciuto gli ho proposto quello che mangiavamo noi adulti: se non gli piaceva c’era sempre il pane a disposizione. E’ un’ottima forchetta e curioso di assaggiare cibi nuovi.

    Liked by 1 persona

  2. Sempre pappe fatte in casa 🙂 mi sono aiutata con il libro “Svezzamento secondo natura”, molto molto utile. Lo schema della pediatra l’ho tenuto presente soprattutto per evitare gli alimenti potenzialmente allergenici, ma poi mi son resa conto che Francesco mangiava volentieri anche quelli, quindi ho iniziato a fargli provare tutto. A partire dall’anno compiuto mangiava già come noi 🙂

    Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...